ATTIVITÀ
Il Movimento, constatandone da anni l’efficacia e l’utilità pratica, organizza incontri e corsi vari per i propri
aderenti e simpatizzanti, che qui elenchiamo a grandi linee.

Percorsi di conoscenza e approfondimento sull’affido familiare
L’obiettivo è quello di diffondere una cultura della solidarietà e di creare una mentalità affidataria per aumentare il numero delle famiglie accoglienti in modo che più bambini trovino una risposta ai loro bisogni. I corsi vengono organizzati anche in collaborazione con gli Enti Locali, si sviluppano in una serie di incontri guidati da professionisti e da coppie con esperienza diretta di affido. Vengono avviati due gruppi annuali di avvicinamento all’affido con 5/6 coppie partecipanti, per dare tutte le informazioni e individuare le famiglie che possono proseguire il percorso di idoneità.

Incontri personalizzati per aspiranti affidatari
A seguito dei percorsi di conoscenza e approfondimento sull’affido familiare, per le persone interessate a procedere in direzione dell’affido, il Movimento offre la possibilità di approfondire le dinamiche familiari, verificare le capacità relazionali e genitoriali in funzione di accogliere un minore. Mediamente 3 coppie all’anno partecipano a questi percorsi di idoneità all’affido, con un’equipe formata da una psicologa ed un’assistente sociale.

Gruppi di sostegno per famiglie affidatarie e adottive
Sono attivi 4 gruppi (7-10 coppie) di famiglie affidatarie e 3 gruppi (7-10 coppie) di famiglie adottive condotti da una psicologa. Lo scopo è quello di sostenere le famiglie adottive e affidatarie nello svolgere le loro funzioni in modo che l’affido e l’adozione giungano a buon termine. Tali incontri hanno una cadenza mensile della durata di due ore ciascuno e sono guidati da psicologi.

Incontri di formazione rivolti a soci e simpatizzanti
Questi incontri sono inerenti ad argomenti educativi e alle problematiche relazionali con i minori. Gli argomenti vengono presentati da  relatori qualificati ce attuano anche modalità attive che coinvolgono i partecipanti. Ogni anno si tengono corsi di 4 - 5 incontri (3 ore ciascuno).

Gruppo adolescenti
Il percorso ha lo scopo di aiutare i ragazzi ad affrontare le tematiche tipiche dell’adolescenza: l’identità, le relazioni, il progetto di vita, le amicizie. Il gruppo condotto da una psicologa è rivolto a ragazzi/e affidati o adottati, per aiutarli ad accrescere l’autostima, imparare e gestire le emozioni e la relazione. Sono previsti una decina di incontri a scadenza mensile, di circa due ore ciascuno. Il gruppo è composto da 7/8 minori dai 15 ai 17 anni, maschi e femmine.

Un gruppo di sostegno/emergenza
Condotto da uno psico-pedagogista e da due educatori, si propone di rispondere a particolari emergenze di famiglie affidatarie e adottive. Il gruppo viene attivato in presenza di richieste.

Accoglienza presso una casa di vacanza per minori
I bambini e ragazzi già in affido/adozione presso famiglie socie del Movimento o segnalati dai Servizi Sociali possono usufruire di settimane di vacanza durante l’estate. L’esperienza propone ai ragazzi una vita comunitaria sullo stile dei campi-scuola dove sono previsti momenti di gioco, studio e laboratori. Affiancati ai ragazzi ci sono famiglie affidatarie, educatori, volontari e tirocinanti universitari, che hanno il compito di condividere la giornata e le attività. Durante l’anno sono anche previsti 5 fine settimana (da venerdì sera a domenica pomeriggio), per 5/6 minori con la presenza di due famiglie affidatarie e qualche volontario per il sostegno alle famiglie e ai ragazzi.

Sostegno psicologico individuale e/o di coppia
Le coppie con qualche problema o difficoltà legate all’affido/adozione possono usufruire di 3 incontri annuali gratuiti con uno/a psicologo/a. È un momento importante dove l’associazione concretamente si affianca alla famiglia per sostenerla e aiutarla a superare la difficoltà che sta attraversando.

Progetto V.A.I. (verso un’autonomia individuale)
Accompagnamento di ragazzi/e maggiorenni, provenienti da affidi, verso l’autonomia. In un appartamento adiacente alla sede vengono accolti mediamente per due anni, tre ragazzi/e maggiorenni con progetti di inserimento lavorativo e sociale, fino al raggiungimento di una sufficiente indipendenza.

Uno spazio per incontri protetti
Nella sede si svolgono, su progetto condiviso con i Servizi Sociali, visite protette fra minori in affido e genitori naturali con la supervisione di un’educatrice o uno psicologo. 

Oltre alle figure professionali messe a disposizione dal Servizio Pubblico per sostenere le famiglie, il Movimento si avvale dell’opera di 11 figure professionali quali psicologi, psicopedagogisti, avvocato, neuropsichiatra, assistenti sociali ed educatori. Gli specialisti coordinano e conducono una serie di interventi:
  • Lavoro di gruppo con le famiglie affidatarie ed adottive
  • Consulenze alle coppie in situazioni di disagio e difficoltà famigliare
  • Interventi educativi rivolti a famiglie
  • Studi di coppia
  • Consulenze legali
  • Progetti educativi per i minori e supporto scolastico a minori affidati e adottati in difficoltà